.
Annunci online

Venetoliberale
per la radicale alternativa liberale
 
 
 
 
           
       

“[…] Chi cerca nella libertà altra cosa che la libertà stessa è fatto per servire […]” (Alexis de Tocqueville)

 
4 febbraio 2009

Una buona notizia

I RADICALI AD UN BIVIO

Le dichiarazioni di Emma Bonino all'Adnkronos («Quando, giusto un anno fa, esclusero Marco Pannella dalle liste del Pd per le elezioni politiche, Goffredo Bettini, in uno degli incontri avuti con noi, disse testualmente: "Pannella è più adeguato per le Europee, in quell'occasione lo eleggeremo con 200mila preferenze". Dopodiché, però, non abbiamo più sentito niente e perciò...»."), l'intervista a Marco Pannella, sempre sul Corriere di ieri 3 febbraio, e le dichiarazioni della Bernardini alla Camera dei Deputati in occasione del voto sulla nuova legge elettorale europea, a mio avviso sono la presa di distanza definitiva dal PD. La dichiarazione di Goffredo Bettini al Riformista di oggi 4 febbraio ne è una conferma.

Finalmente una buona notizia!

Le avvisaglie si leggevano nel documento dell'ultimo consiglio nazionale dei radicali italiani, ma molte volte, troppe volte vi erano state marce indietro. Stavolta le dichiarazioni di Bettini impediscono qualsiasi retromarcia (Tutto sommato - sembra affermare - sono preferibili Nencini e Fava a Pannella).

I radicali italiani si trovano, a questo punto, privi della strategia dell'ospitalità praticata in questi anni. Ne devono praticare un'altra.

E' prevedibile che scelgano la strategia di "soli contro tutti", rischiando solo di fare testimonianza "per quello che avrebbe potuto essere e non è stato". La "Resistenza radicale" è quella che tutti si aspettano.

Pasolini, però, invitava i radicali ad essere irriconoscibili ossia imprevedibili nelle scelte politiche. Ebbene ritengo auspicabile il dissolvimento del soggetto politico "Radicali italiani" sia perché compromesso con la strategia dell'ospitalità, ormai impraticabile, e sia perché la linea di "Resistenza radicale" sarebbe sterile. Conseguentemente la confluenza dei singoli radicali nel movimento riformatore promosso dall'appello "per la democrazia" potrebbe costituire un passaggio fondamentale nella strategia per la liberazione dal regime partitocratrico.

Stiamo a vedere.



 

Ultime cose
Il mio profilo

Forum Veneto liberale
Rossi e Salvemini
Centro Pannunzio
Scelgo l'Italia
Associazione per l'uninominale
Pietro Ichino
Ernesto Paolozzi
per non mollare
MFE Castelfranco Veneto
Area d'Incontro
Nuova agenzia radicale
Velino
Comitati per la libertà
Circolo Benedetto Croce Ancona
La Voce
Forum di laici
Critica liberale
Politichiamo
Veneto radicale
Riviste di Benedetto Croce
Centro studi Piero Gobetti
Società libera
Trasnational Radical Party
blog liberali italiani
Polena
Istituto Bruno Leoni
Italia Laica
Legno storto
Centro Einaudi di Torino
Forces Italy
Libertà eguale
blog Italia laica
Pensalibero
Salon Voltaire
Patto veneto
Meno stato + mercato



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     gennaio        marzo