Blog: http://Venetoliberale.ilcannocchiale.it

Maurizio Diozzi

da “per non mollare” N. 22 del 16 luglio 2001

Castelfranco Veneto 6 luglio 2001 - Maurizio Diozzi è mancato stasera.

Il dolore di chi lo ha conosciuto è un po' attutito dal fatto che sono finite le sue sofferenze.

E' stato un fratello maggiore, più che un compagno. Molte volte per non contraddirmi non partecipava alle riunioni ed altre volte cambiava diametralmente e pubblicamente opinione pur di non crearmi difficoltà.

Alle volte mi faceva arrossire con gli elogi sperticati che pubblicamente mi rivolgeva: come durante l'assemblea dei Mille a Roma, nel 1999. In me vedeva la personificazione del lavoro di un gruppo di amici che per anni, nel trevigiano, ha rappresentato o ha tentato di rappresentare la radicale alternativa al regime.

Anche per ricordarlo proseguo nell'impegnativa scelta che facemmo nell'inverno 1998, quando lanciammo da Treviso e dal Veneto la splendida idea dell'assemblea dei Mille.

I compromessi che anche io ho scelto di effettuare nel 2000 (regionali e referendum) sono ormai superati dalle dolorose decisioni del febbraio 2001.

La strada da percorrere è lineare, quei compromessi sono ormai alle spalle e definitivamente abiurati. Per il rispetto di Maurizio e per il rispetto di troppi compagni ed amici che sono stati maltrattati da chi loro ritenevano, a torto, amici e compagni. (bl)

Pubblicato il 9/1/2006 alle 22.2 nella rubrica Ricordo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web